Appalti di forniture, Appalti di servizi, Contratti pubblici

Dimostrazione del possesso dei requisiti di capacità tecnica negli appalti di servizi e forniture: mentre nella fase di presentazione delle domande di partecipazione e delle offerte è consentito, per ragioni di speditezza del procedimento, il ricorso alle autocertificazioni (giusta l’art. 42, co. 4, del Codice dei contratti pubblici), nella fase di verifica del possesso dei requisiti è invece necessario che i concorrenti forniscano la documentazione probatoria vera e propria, proveniente da enti pubblici e privati, non essendo più sufficiente la semplice autocertificazione.

(Tar Lazio, Roma, sez. III Ter, 21 gennaio 2015, n. 993)

«Il bando di gara richiede, tra i requisiti di ordine tecnico, l’esperienza nello sviluppo e manutenzione, dopo il 2006, di sistemi informatici complessi che abbiano previsto lo scambio di flussi informativi e la gestione di utenti autenticati appartenenti ad oltre 200 soggetti diversi, ovvero titolari di partite iva, e l’esperienza nella realizzazione ed esercizio di CED, la cui gestione abbia richiesto lo scambio di flussi informativi e la gestione di utenti autenticati appartenenti ad oltre 200 soggetti diversi, ovvero titolari di partite iva, per fatturati di importo ivi indicato.
Quanto a modalità di comprova di tali requisiti, la disciplina di gara non si discosta dalla normativa primaria, non essendo escluso che, nel caso di forniture in favore di privati, la prova della maturazione del requisito tecnico possa essere dimostrato anche attraverso le dichiarazioni del soggetto privato destinatario del sistema informatico.
Tanto precisato, risulta in atti che alla richiesta di comprova del possesso dei requisiti anche in capo alla titolare della seconda miglior offerta ai sensi dell’art. 48, comma 2, d.lgs. 163/2006, si è sviluppata una fitta corrispondenza tra la stazione appaltante e la società
[ricorrente], atteso che la ricorrente si era limitata a riproporre dichiarazione sostitutiva analoga a quella già presentata in sede di prequalifica relativa alla esperienza maturata nei sistemi informativi complessi in favore di soggetti privati, ma non la documentazione probatoria del requisito di capacità tecnica richiesto (cfr. doc. 30, 31 e 32, allegati ai motivi aggiunti).
Occorre evidenziare, a questo punto, che il codice dei contratti recepisce, all’art. 42, la regola comunitaria invocata dalla ricorrente secondo cui, negli appalti di servizi e forniture la dimostrazione delle capacità tecniche dei concorrenti può essere fornita, nel caso in cui si tratti di servizi e forniture prestati a privati, attraverso la dichiarazione da parte di questi dell’effettuazione effettiva della prestazione o, in mancanza, dallo stesso concorrente; tali requisiti, peraltro, possono essere provati in sede di gara mediante dichiarazione sottoscritta ai sensi del d.P.R. n. 445 del 2000, mentre al concorrente aggiudicatario è richiesta la documentazione probatoria, a conferma di quanto dichiarato in sede di gara. L’art. 48 del medesimo testo legislativo, disciplina, poi, il procedimento afferente al controllo del possesso dei requisiti da parte della stazione appaltante che è esteso anche al concorrente che segue in graduatoria il soggetto aggiudicatario, attraverso la richiesta della documentazione probatoria, a conferma di quanto dichiarato in sede di gara.
Ritiene, in proposito, il Collegio che mentre nella fase di presentazione delle domande di partecipazione e delle offerte, è consentito, per ragioni di speditezza del procedimento, il ricorso alle autocertificazioni (giusta il già richiamato art. 42 comma 4 del codice degli appalti), nella fase di verifica del possesso dei requisiti è invece necessario che i concorrenti forniscano la documentazione probatoria vera e propria, proveniente da enti pubblici e privati, non essendo più sufficiente la semplice autocertificazione.
Tanto precisato, la stazione appaltante ha più volte chiesto alla ricorrente documentazione che evidenziasse la comprova di tutti gli elementi di cui era composto il requisito relativo alla capacità tecnica, in quanto quest’ultima si è limitata a fornire solo dichiarazioni, peraltro, nemmeno esaustive e coerenti nel contenuto con quanto invece prescritto ai fini della partecipazione alla gara, non emergendo da qualsivoglia documento che non fosse una semplice autodichiarazione, univoci elementi probatori in merito.
L’esclusione dalla gara ha fatto seguito, dunque, non tanto e, comunque, non solo, per la mancata esibizione di documentazione probatoria in luogo dell’autodichiarazione, ma, in una visione più sostanziale e non prettamente formalistica, come evidenziato dalle ripetute richieste di integrazione e chiarimento, dalla mancata comprova di tutti gli elementi indicati quali requisiti di capacità tecnica al punto III.2.3. del bando di gara, presentando le successive dichiarazioni prodotte dalla società ricorrente, evidenti lacune in punto “utenti autenticati appartenenti ad oltre 200 soggetti diversi, ovvero titolari di partite iva” (cfr. doc. 33, 34, 35, 36, 37, 38 e 39 allegati ai motivi aggiunti).
Né ha pregio la censura dedotta, peraltro, in via subordinata, e involgente la stessa clausola del bando di gara nella parte in cui richiede che i soggetti autenticati siano anche titolari di partita IVA, atteso che l’esclusione non è stata comminata in ragione di una non ritenuta equipollenza di tale aspetto con altri regimi fiscali vigenti nei paesi di appartenenza degli utenti autenticati, ma perché, più in radice, la società non ha mai chiarito, se non nella originaria autodichiarazione, l’entità e tipologia di tali soggetti
».

Daniele Majori – Avvocato Amministrativista in Roma

Fonte:www.giustizia-amministrativa.it

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.