archives

Corte europea dei Diritti dell’Uomo

Questa categoria contiene 4 articoli

Viola l’articolo 6 § 1 CEDU l’applicazione di una legge con effetti retroattivi, adottata nel corso del giudizio e non giustificata da un impellente motivo di interesse generale, che decide l’esito della controversia e ne rende inutile la prosecuzione.

(Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Sez. II, 24 giugno 2014, Azienda Agricola Silverfunghi S.A.S. ed altri c. Italia, ric. nn. 48357/07, 52677/07, 52687/07 e 52701/07) CASE OF AZIENDA AGRICOLA SILVERFUNGHI S.A.S. AND OTHERS v. ITALY Fonte:www.echr.coe.int       Annunci

Ricorsi alla Corte europea dei diritti dell’uomo: domande e risposte per avvocati a cura del CCBE.

La guida “La Corte europea dei diritti dell’Uomo – Domande e risposte per gli avvocati”, redatta dal Council of Bars and Law Societies of Europe (CCBE), è rivolta agli avvocati che intendono adire la Corte europea dei diritti dell’uomo. Contiene informazioni e consigli pratici per guidarli nel procedimento dinanzi ai giudici nazionali prima del ricorso … Continua a leggere

Le decisioni della Corte europea dei Diritti dell’Uomo non sono assimilabili ad un titolo esecutivo giudiziale suscettibile di esecuzione forzata, poiché nessuna disposizione della CEDU prevede meccanismi esecutivi diretti di tali provvedimenti, e, quindi, non rientra tra le attribuzioni di alcuna autorità giudiziaria nazionale la cognizione delle domande volte ad ottenere l’esecuzione delle decisioni della Corte europea: i mezzi a disposizione dei privati per sollecitare l’esecuzione delle decisioni contenenti statuizioni a loro favorevoli consistono (a) nella possibilità di rivolgersi direttamente e senza formalità al Comitato dei Ministri ovvero (b) nella possibilità di richiedere direttamente – a determinate condizioni – alla stessa Corte l’interpretazione della sentenza.

(Tar Sicilia, Catania, sez. II, 6 febbraio 2014, n. 424) «Il ricorrente ha proposto ricorso dinanzi alla Corte d’appello di Messina ai sensi della legge n. 89/2001 (legge Pinto), chiedendo l’equa riparazione, ai sensi dell’art. 3 di detta legge, per violazione del termine ragionevole del giudizio intentato dinanzi al Tar Sicilia – Catania con ricorso … Continua a leggere

Sull’illegittimità dell’accessione invertita, a seguito delle pronunce della Corte Europea dei diritti dell’Uomo, e sull’applicazione delle disposizioni dell’art. 42-bis del T.U. delle espropriazioni per pubblica utilità.

(Tar Lazio, Roma, sez. III, 10 settembre 2013, n. 8197) «Risulta dagli atti di causa e non è stato contestato dalla difesa resistente che, a seguito della pronuncia del decreto di occupazione d’urgenza (decreto del 3-8-1999) e della scadenza del relativo periodo di occupazione legittima ( 29-4-2004), non è stato adottato alcun decreto di esproprio, … Continua a leggere

Categorie

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.