Appalti pubblici, Assistenza legale, Consulenza legale, Contratti pubblici

Per il Tar Lombardia, gli studi legali possono partecipare – anche in forma di raggruppamento temporaneo – alle gare pubbliche per l’affidamento di servizi di assistenza legale di natura stragiudiziale (fermo restando che, nella fase esecutiva, dovrà comunque essere rispettato l’art. 4, co. 1, della nuova legge professionale n. 247/2012, nella parte in cui dispone che, in caso di associazioni tra professionisti, “l’incarico professionale è tuttavia sempre conferito all’avvocato in via personale”).

(Tar Lombardia, Milano, sez. IV, ord. 9 gennaio 2015, n. 17)

Il Tar Lombardia ha sospeso, in via cautelare, il provvedimento di esclusione di un costituendo raggruppamento temporaneo, composto da associazioni di professionisti, dalla procedura di gara per l’affidamento dei servizi di assistenza legale di natura stragiudiziale relativi alle attività rientranti nell’oggetto societario della stazione appaltante, con la seguente motivazione:
«Ritenuta la sussistenza dei presupposti per la concessione della tutela cautelare, in quanto:
– seppure il disciplinare di gara non tratti espressamente della partecipazione alla gara di raggruppamenti temporanei composti da associazioni di professionisti, come nel caso di specie, l’applicazione dei principi del favor partecipationis e della massima apertura alla concorrenza rende ammissibile la partecipazione alla gara di professionisti anche nella forma giuridica appena indicata;
– il disciplinare di gara richiede, tanto in presenza di raggruppamenti di professionisti, quanto in presenza di associazioni professionali, il possesso cumulativo dei requisiti senza altre precisazioni e tale previsione, in mancanza di una determinazione di autotutela, vincola la stazione appaltante, sicché il provvedimento di esclusione si pone in palese violazione della lex specialis;
– vale precisare, in ogni caso, che l’art. 4, comma 1, della legge 2012 n. 247, nella parte in cui dispone che in caso di associazioni tra professionisti “l’incarico professionale è tuttavia sempre conferito all’avvocato in via personale”, dovrà essere rispettato in sede esecutiva
».

Daniele Majori – Avvocato Amministrativista in Roma

Fonte:www.giustizia-amministrativa.it

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.