Appalti pubblici, Contratti pubblici

E’ onere di ogni partecipante quello di verificare l’esattezza e la completezza dell’offerta, che non può essere completata e/o integrata nei suoi aspetti essenziali, pena la violazione della par condicio tra i concorrenti: a fronte della presentazione di un’offerta incompleta e diversa da quella richiesta dal bando, la stazione appaltante non ha perciò alcun dovere di soccorso, in quanto si tratterebbe di una vera e propria attività integrativa ed additiva di una domanda incompleta (invece di essere volta soltanto a chiarire e precisare i contenuti dell’offerta), che pregiudicherebbe la situazione giuridica degli altri candidati favorendo illegittimamente il concorrente che l’ha presentata.

(Tar Veneto, sez. I, 17 ottobre 2014, n. 1315)

«La ricorrente ha censurato la sua esclusione dalla gara […].
La legge di gara, così come predisposta dalla stazione appaltante, prevedeva che i documenti dell’offerta tecnica fossero contenuti, lotto per lotto, in un supporto a lettura ottica da allegare all’istanza.
La ricorrente ha prodotto i richiesti supporti che, per alcuni lotti, sono risultati carenti della documentazione richiesta.
Il Consiglio di Stato con ordinanza n. 2014/15 ha accolto l’appello sull’istanza cautelare, invero già respinta da questo Collegio e disposto la sospensione del provvedimento impugnato, sostenendo che la mancata lettura dei c.d. avrebbe dovuto comportare un dovere di soccorso da parte della stazione appaltante.
In realtà, come emerge dagli atti di causa, il Collegio, già in data 28 gennaio 2014, proprio al fine di accertare se i supporti elettronici contestati non fossero leggibili per ragioni imputabile alla stazione appaltante, ovvero gli stessi non contenessero i dati tecnici richiesti dal bando, ha disposto una verificazione in contraddittorio tra le parti.
E’ emerso in modo in equivoco e non contestabile che gli indicati c.d. relativamente ai lotti : 13, 19, 20, 23, 24 e 38, pur risultando perfettamente funzionati e leggibili, nondimeno essi non contenevano tutti i documenti richiesti.
Tale evenienza, pertanto, si connota, all’evidenza, come un’offerta incompleta e diversa da quella richiesta dal bando che legittima la esclusione del candidato a mente dell’art. 46 bis del d.lgs 163/2006.
E’ onere di ogni partecipante quello di verificare la esattezza e la completezza dell’offerta, che non può essere completata e/o integrata nei suoi aspetti essenziali pena la violazione della par condicio tra i concorrenti.
Tali rilievi sono già stati espressi dalla giurisprudenza che ha osservato : “ …L’ammissione di una offerta incompleta e condizionata viola la “par condicio”, perché consente all’offerente di concorrere con altri offrendo qualcosa di diverso e minore, ovvero di partecipare con una offerta economica non determinata in modo puntuale, in quanto ancora in parte da negoziare per renderla comparabile con le altre. Perciò l’esclusione non necessita affatto di clausola specifica ma è imposta dal necessario rispetto della “par condicio” e della “lex specialis”, senza che possa essere invocato il “favor partecipationis”, non essendovi alcunché di dubbio nella fattispecie” ( Tar Emilia Romagna- Bologna, 30 gennaio 2012, n. 83; Cons. St. sez. II, 5127/13 – citata dalla resistente).
Nel caso di specie, pertanto, più che un’attività di soccorso volto a chiarire e precisare i contenuti dell’offerta, la stazione appaltante avrebbe dovuto svolgere una vera e propria attività integrativa ed additiva della domanda incompleta della ricorrente, così da pregiudicare la situazione giuridica degli altri candidati e favorendo illegittimamente ed illiceitamente la concorrente.
Per tali motivi il ricorso deve essere respinto
».

Daniele Majori – Avvocato Amministrativista in Roma

Fonte:www.giustizia-amministrativa.it

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.