Atto amministrativo

Sull’operatività ex tunc del provvedimento di ratifica.

(Tar Lazio, Roma, sez. III Ter, 9 febbraio 2012, n. 1298)

«Come noto, la ratifica è un istituto predisposto esclusivamente nell’interesse dell’organo ordinariamente competente e ha lo scopo di consentirgli di valutare l’operato dell’organo che ha agito in via di urgenza, appropriandosi o meno degli effetti prodotti dall’atto d’urgenza; peraltro, il provvedimento di ratifica si sostituisce all’atto viziato da incompetenza con effetto “ex tunc”, e, come per altrettanto acquisito in giurisprudenza, l’esercizio del potere di convalida (o ratifica) del vizio di incompetenza da parte dell’organo competente sana il vizio medesimo con effetto retroattivo (cfr. Cons. Stato, sez. IV, 17 maggio 2010 , n. 3121; Cons. Stato, sez. IV, 29 maggio 2009, nr. 3371; Cons. Stato, sez. VI, 7 maggio 2009, nr. 2840; Cons. Stato, sez. IV, 31 maggio 2007, nr. 2894)».

Daniele Majori – Avvocato Amministrativista in Roma

Fonte:www.giustizia-amministrativa.it

Discussione

I commenti sono chiusi.

Categorie

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.